Quota di iscrizione

È il 31 maggio il termine per pagare la quota di iscrizione all’Albo. Dopo 9 anni durante i quali l’importo è restato immutato, si è scelto di aumentare la quota con un incremento di 40 euro, di cui 20 per l’adeguamento all’indice Istat e 20 come accantonamento per la nuova sede dell’Ordine.

Quota intera: € 250,00

  • per gli iscritti con più di 3 anni di iscrizione o più di 35 anni di età
  • per le Società tra professionisti

Quota ridotta: € 135,00

  • per gli iscritti con meno di 3 anni di iscrizione e meno di 35 anni di età
  • per gli iscritti con più di 50 anni di laurea che dichiarino di non svolgere più la libera professione

La scadenza per il pagamento è il 31 maggio 2019.

Anche per il 2019 sono esonerate dal pagamento della quota le neo-madri che ne facciano richiesta. Vai al regolamento 2019.

Inoltre il Consiglio dell’Ordine ha nuovamente approvato lo stanziamento di un fondo di solidarietà per aiutare gli architetti in gravi difficoltà economiche o con gravi problemi di salute. Per richiedere concessioni di facilitazione nel pagamento della quota o il suo esonero è necessario rivolgersi all’Ordine, presentando la documentazione richiesta entro il 30 giugno 2019.

SCOPRI QUI TUTTI I DETTAGLI SULLE TUTELE E AGEVOLAZIONI

Per procedere al pagamento sarà necessario:

  1. ACCEDERE ALL’AREA RISERVATA DEL SITO OAT inserendo nome utente e la password. Se hai una PEC dell’Ordine (nomeutente@architettitorinopec.it) usa il nome utente (senza digitare “@architettitorinopec.it”) e la password della tua PEC. Chi non ha una PEC dell’Ordine deve effettuare una NUOVA REGISTRAZIONE
  2. All’interno dell’area riservata cliccare sulla prima sezione denominata QUOTA ISCRIZIONE ALBO
  3. Sarà quindi possibile scegliere la modalità di pagamento preferita tra CARTA DI CREDITO o generazione del MAV. Si può pagare il MAV presso qualsiasi sportello bancario oppure tramite i propri siti di internet banking, senza costi aggiuntivi.

La scadenza per il pagamento è il 31 maggio 2019.

Vai alla news in cui il presidente Massimo Giuntoli spiega le motivazioni per le quali si è deciso l’aumento della quota.

Condividi

Ricerca un termine

oppure

Ricerca per argomento