Internazionalizzazione

L’Ordine degli Architetti di Torino dedica il suo impegno su più fronti per promuovere nuove opportunità professionali all’esterno per gli architetti.

Tra queste POLITO Studio, il progetto di internazionalizzazione nato dalla collaborazione con il Politecnico di Torino con l’obiettivo di formare e di accompagnare professionisti e studenti all’interno dei mercati internazionali, in particolar modo nelle aree in cui il Politecnico conta su una presenza consolidata come Cina, America Latina e Africa.

 

© Polito Studio. Nuovi edifici con aeroplano, 2019, Tongzhou New Town, Pechino, municipalità di Pechino. Fotografia di Samuele Pellecchia
© Polito Studio. Fotografia di Samuele Pellecchia
© Polito Studio. Fotografia di Samuele Pellecchia
© Polito Studio
© Mipim 2019
© Mipim 2019
© Mipim 2019
© Mipim 2019
© Mipim 2019
© Mipim 2019

POLITO Studio

L'accordo

POLITO Studio nasce dall’Accordo quadro siglato il 21 settembre 2020 tra le due istituzioni torinesi per incentivare le opportunità di lavoro all’estero per gli iscritti all’Ordine Architetti Torino. Al centro, la formazione e l’accompagnamento dei professionisti ai mercati internazionali nelle aree dove l’Ateneo ha una presenza consolidata: in particolare Cina, ma anche America Latina e Africa.

Il programma

  • Formazione e informazione
    L’incontro webinar del 2 febbraio 2021 Lavorare con la Cina. Opportunità e scambi nella pratica architettonica.
    POLITO Studio si rivolge a tutti i professionisti dell’Ordine e al corpo docente Polito interessato attraverso un inquadramento generale sul mercato cinese e sulle opportunità di lavoro per i progettisti. Economisti, architetti ed esperti del mondo cinese introducono scenari economici e prospettive lavorative in Cina, affiancati dal racconto di casi studio, in cui esperienze di concrete di lavoro progettuale vengono analizzate e commentate.
  • Divulgazione
    Attraverso una Bacheca virtuale in aggiornamento continuo, gli architetti iscritti all’Ordine avranno informazioni su bandi di gara e concorsi di progettazione in Cina, America Latina e Africa, selezionati in collaborazione con il Politecnico di Torino.
    Attraverso la newsletter settimanale OAT verrà data comunicazione delle attività di POLITO Studio e dell’uscita di bandi e concorsi.
  • Workshop 
    Attraverso una “open call” riservata agli iscritti all’Ordine sarà selezionata una rosa di professionisti per la partecipazione a un programma di workshop di formazione e accompagnamento al mercato che forniranno gli strumenti per lo svolgimento di attività professionale in Cina. Questo programma si baserà su casi progettuali concreti (concorsi di architettura, contest) e si configura come un incubatore, che potrà dare avvio a successive attività di progettazione congiunta tra Dipartimenti dell’Ateneo e professionisti. Gli interessati saranno selezionati in base a profili e esperienze professionali, in modo da costituire team multi-competenze che lavoreranno con un impegno biennale.
  • Osservatorio
    All’interno di POLITO Studio è costituito un osservatorio per il monitoraggio di best practices a livello internazionale, che dimostrino innovazione nel rapporto fra istituzioni professionali e le missioni delle istituzioni accademiche. L’osservatorio si occuperà della costruzione di schemi che evidenzino ricorrenze e differenze su base geografica, metodologica, normativa. I risultati del lavoro dell’Osservatorio saranno pubblicati periodicamente sul sito OAT e attraverso rubriche su riviste di architettura.

Bandi e concorsi

Tra le prime segnalazioni nella cornice di POLITO Studio:

  • la gara internazionale per la progettazione dell’Istituto di Tecnologia avanzata di Shenzhen, Accademia delle Scienze della Cina, scadenza 15 gennaio 2021 (VAI AL SITO ALLA GARA);
  • la gara internazionale per la progettazione preliminare dell’ospedale e centro di ricerca BGI a Shenzhen, in Cina; la deadline è il 18 gennaio 2021 (VAI AL SITO ALLA GARA);
  • il bando di gara per la progettazione della nuova sede dell’Ambasciata d’Italia a Nairobi, pubblicato anche su Gazzetta Ufficiale italiana ed europea. La scadenza è il 15 gennaio 2021 e I DETTAGLI SONO DISPONIBILI SUL SITO DELL’AMBASCIATA.

Calendario

  • 21 settembre 2020: firma Accordo Politecnico di Torino – Ordine Architetti Torino
  • 2 febbraio 2021: webinar di formazione plenaria: Lavorare da Architetti con la Cina
  • febbraio 2021: attivazione della Bacheca virtuale open call per la selezione dei team di architetti OAT
  • aprile 2021: avvio del programma di Workshop

Le voci dei promotori

“Crediamo fortemente nella necessità che i professionisti da noi formati debbano essere supportati e agevolati nell’interagire con realtà internazionali in forte sviluppo, soprattutto perché possono vantare una preparazione ed una creatività che da sempre rende unico e insostituibile il Made in Italy, che tutto il mondo ci invidia e ci richiede. Mettendo a disposizione le forti relazioni del nostro Ateneo con le migliori università di tutto il mondo i nostri studenti avranno a disposizione molte più occasioni di lavoro in tutto il mondo”. Guido Saracco, Rettore del Politecnico di Torino

“Il mercato globale chiede innovazione e nuove interazioni tra le università e le professioni: con questo Accordo diamo una risposta adeguata e ci impegniamo sia a favorire l’accesso alla professione dei giovani, sia a promuovere le capacità progettuali degli architetti italiani all’estero”. Massimo Giuntoli, presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino.

 “Ogni mercato ha le sue caratteristiche particolari: ad esempio, in Cina i principali progetti di architettura e urbanistica sono appannaggio delle Università, e dei loro grandi istituti di progettazione spesso alla ricerca di consulenti internazionali. Attraverso l’esperienza sul campo dei nostri ricercatori, POLITO Studio vuole far conoscere ai professionisti tali specificità, e costruire insieme sinergie per essere competitivi in questi mercati”. Michele Bonino, Vice Rettore per le Relazioni con la Cina, Politecnico di Torino

“POLITO Studio per i professionisti è un “contenitore” di azioni per generare opportunità professionali, che avrà anche strategicamente una collocazione fisica nella nuova sede dell’Ordine degli Architetti di Torino e della sua Fondazione: una sorta di Hub sull’internazionalizzazione che rappresenta un tassello importante del progetto dell’Ordine di “Casa dell’Architettura”, evocativo, anche in questo caso, di molte esperienze di ordini nazionali ed esteri e simbolicamente luogo di riferimento per la comunità degli Architetti”. Cristina Coscia, vice presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino.

Chi siamo

Gruppo di lavoro:

  • Prof. Arch. Michele Bonino, Vice Rettore per le relazioni con la Cina, Politecnico di Torino (responsabile per Politecnico di Torino)
  • Arch. Cristina Coscia, Vice Presidente Ordine Architetti Torino (responsabile per Ordine Architetti Torino)
  • Arch. Antonio Cinotto, Consigliere Ordine Architetti Torino
  • Arch. Valeria Federighi, Politecnico di Torino
  • Arch. Urszula Grodzicka, Focus Group OAT La professione per i giovani e pari opportunità
  • Prof. Arch. Paolo Mellano, Direttore del Dipartimento di Architettura e Design, Politecnico di Torino

Advisors:

  • Prof. Roberto Zanino, Vice Rettore Relazioni Europee, Politecnico di Torino (Reti universitarie internazionali)
  • Prof.ssa Francesca De Filippi, Politecnico di Torino (Africa)

Tavolo tecnico di supporto: 

  • China Room | www.chinaroom.polito.it – Camilla Forina, Lidia Preti
  • Focus group OAT Rete Nazionale e Internazionale

Coordinamento: 

  • Laura Rizzi, Direttore Ordine Architetti Torino

Contratto tipo in inglese

Per favorire l’avvio di collaborazioni con l’estero, l’Ordine mette a disposizione degli iscritti il contratto tipo e il modello di preventivo professionale anche in lingua inglese.
Accedendo all’area riservata è possibile scaricare entrambi i documenti.

I corsi a distanza

ArchEnglish i tre corsi FAD di inglese promossi dall’Ordine e dalla Fondazione dedicati ai temi dell’architettura: tre opportunità per tre livelli di conoscenza della lingua per acquisire i termini tecnici della professione e migliorare le proprie competenze:

TAM – Turin Architects Magazine

TAM – Turin Architects Magazine è il nuovo magazine digitale dedicato alla valorizzazione del lavoro degli iscritti all’Ordine di Torino ed è consultabile all’indirizzo web WWW.TURIN-ARCHITECTS.COM.

L’Ordine degli Architetti di Torino all’interno del percorso di internazionalizzazione intrapreso ha deciso di dotarsi di nuovo strumento di comunicazione, TAM / Turin Architects Magazine, un magazine digitale in lingua inglese. Gli obiettivi di questa nuova iniziativa sono: valorizzare le capacità degli architetti torinesi, creare occasioni di internazionalizzazione e dare visibilità all’estero al lavoro degli architetti. Come? Attraverso la pubblicazione e la promozione del lavoro degli architetti torinesi.

Per partecipare è necessario compilare il form disponibile all’indirizzo PROJECTS.TURIN-ARCHITECTS.COM

Il portfolio degli architetti

Nato su iniziativa del focus group OAT Rete nazionale e internazionale, il database consente di consultare il portfolio degli architetti iscritti all’Albo di Torino.
Per i professionisti torinesi si tratta di una preziosa occasione per mettere in risalto le proprie competenze ed esperienze, aprendosi a nuove opportunità professionali.
Per i committenti (pubblici o privati) si propone invece come pratico strumento per individuare il progettista idoneo alle proprie esigenze, scegliendo tra diversi parametri di ricerca come il campo di specializzazione, il ruolo professionale o le competenze linguistiche richieste.

Una consulenza per la progettazione europea

Gli iscritti all’Ordine che desiderano definire idee e progetti cogliendo le opportunità di finanziamento offerte a livello locale o europeo possono richiedere una consulenza gratuita. Il servizio è offerto dall’Ordine in collaborazione con Soges spa, società esperta in servizi di consulenza per la gestione di programmi comunitari e progetti europei e per la realizzazione di studi di valutazione individuata attraverso una selezione pubblica. Le proposte progettuali possono essere inerenti a settori come la formazione, gli interventi strutturali, le attività culturali e gli scambi europei. Oltre alle sessioni individuali di analisi delle idee progettuali, il servizio prevede anche l’organizzazione di incontri formativi dedicati alle opportunità offerte dalla programmazione comunitaria, nazionale o regionale e la comunicazione di aggiornamenti attraverso la newsletter dell’Ordine OANotizie per la segnalazione di bandi.

La guida del CNA

Lavorare in contesti culturali diversi non è sempre facile, per questo il Consiglio Nazionale degli Architetti ha pubblicato la guida Lavorare all’estero a cura del suo Dipartimento Esteri.
Il documento è rivolto agli architetti italiani che intendono lavorare all’estero e sarà costantemente aggiornata e arricchita nel tempo, anche con l’aiuto degli iscritti agli ordini provinciali, in particolare di quelli che lavorano o hanno lavorato all’estero e che vorranno condividere le proprie esperienze.

The Architects’ Council of Europe – ACE

Chi desidera progettare oltre confine non può fare a meno di consultare con regolarità il sito del Consiglio degli Architetti d’Europa CAE (Architects’ Council of Europe – ACE), l’organizzazione con sede a Bruxelles che rappresenta la professione nel continente. Composta dagli organi rappresentativi nazionali regolamentari e professionali dei Paesi UE, della Svizzera e della Norvegia, il CAE conta circa 480.000 architetti e costituisce un’importante finestra sull’Europa che monitora costantemente l’accesso alla professione (formazione, qualifiche e tirocinio), le pratiche della professione (servizi del mercato interno, accordi bilaterali, sicurezza, appalti e concorsi) e il rapporto architettura / qualità della vita (architettura sostenibile, residenza sociale, temi urbani e ricerca).

Destinazione Emirati Arabi Uniti

È il titolo della newsletter del Dipartimento di Internazionalizzazione della Fondazione Inarcassa, uno strumento operativo per agevolare i professionisti e le aziende che vogliono sviluppare la propria attività negli Emirati. Ogni mese la newsletter approfondisce progetti ancora su carta o già realizzati, iniziative in programma ed esperienze di professionisti, spaziando dai temi più tecnici a quelli più creativi.

Le iniziative concluse

La formazione

Gli eventi

  • L’Ordine ha preso parte all’edizione 2019 del MIPIM, fiera di riferimento per il mercato edile europeo presso il Palais des Festivals a Cannes. Ospitato all’interno del Padiglione Italia presso lo stand della Regione Piemonte, l’Ordine ha colto l’occasione per presentare ufficialmente TAM – TURIN ARCHITECT MAGAZINE, lavetrina internazionale del lavoro degli architetti torinesi.

Ultime notizie

Ricerca un termine

oppure

Ricerca per argomento