Il lato nascosto degli edifici

I cortili interni troppo spesso non godono della stessa attenzione riservata al resto dell’edificio, eppure sono il panorama quotidiano di chi abita quegli spazi, sono parte integrante del paesaggio urbano e incidono sul valore dell’immobile. “Lato C” è il prontuario di architettura che vuole salvare dal degrado il lato interno degli edifici: un progetto dell’architetto Marina Gariboldi sostenuto dall’Ordine degli Architetti PPC di Torino.

Lato C è un documento che specifica, attraverso alcune schede approvate dall’assemblea condominiale, le indicazioni da osservare in ogni intervento di interesse del condominio.

Adottare queste linee guida ha numerosi vantaggi:

  • snellimento delle procedure;
  • diminuzione dei contenziosi condominiali;
  • aumento del valore commerciale dell’immobile;
  • aumento della qualità estetica e architettonica dell’opera;
  • aumento della qualità di fruizione.

Il prontuario si compone di tre sezioni: un sintetico inquadramento dell’edificio, la sezione restauro e la sezione innovazione. Nella sezione restauro troverete le schede dedicate agli elementi dell’immobile che devono essere mantenuti secondo il progetto originario, nelle quali si definiscono le lavorazioni, la dimensione, i materiali, i colori, ecc. Invece, nella sezione innovazioni sono disponibili le schede dedicate agli elementi dell’immobile che possono essere soggetti a nuova progettazione, con indicazione dei criteri prestazionali.

Le schede sono riservate agli iscritti all’Ordine.

Condividi

Ricerca un termine

oppure

Ricerca per argomento