Parcelle

Al momento del conferimento dell’incarico, l’architetto e il committente devono siglare un accordo che assume il valore di un vero e proprio contratto.

Vai alla sezione: Contratti

Nel caso si presentino controversie sulla liquidazione degli onorari e delle spese, entrambe le parti possono richiedere un parere alla Commissione Parcelle dell’Ordine.

Vai alla sezione: Rilascio di pareri

Contratti

Al momento del conferimento dell’incarico, il professionista e il committente devono siglare un accordo che assume il valore di un vero e proprio contratto.
In questo documento l’architetto deve indicare il grado di complessità dell’incarico, le informazioni utili sugli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell’incarico e gli estremi della polizza assicurativa con i relativi massimali.
Prima della sottoscrizione del contratto il professionista può presentare un preventivo che dovrà stabilire il compenso in relazione all’importanza dell’opera e indicare i compensi per le singole prestazioni, specificando anche l’importo delle spese, degli oneri e dei contributi.
Il contratto deve essere definito in ogni particolare, scongiurando così eventuali contenziosi tra il professionista e il committente.
Nel caso in cui i lavori vengano avviati in assenza di un accordo, il professionista diventa soggetto a una valutazione disciplinare.

Rilascio di pareri

Nel caso di controversie professionali di natura economica, gli architetti e i committenti possono richiedere un parere alla Commissione Parcelle dell’Ordine.

Questa è composta da:

  • Stefano Vellano
  • Antonella Catanese
  • Diego Romaldi
  • Silvia Pastore
  • Maurizio Savio

Consulente: Tullio Casalegno
Segretario: Alda Cavagnero
Responsabile unico procedimento: Fabio Giulivi

Richiedi un parere
Per informazioni e appuntamenti scrivi a parcelle@oato.it

Ricerca un termine

oppure

Ricerca per argomento