L’Ordine

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Torino è un ente di diritto pubblico istituito nel 1923, retto da un Consiglio elettivo composto da 15 componenti.
Seguendo i suoi compiti istituzionali, si occupa di tenere l’Albo degli iscritti, vigilare sulla correttezza dell’esercizio professionale e sulla conservazione del decoro dell’Ordine, fornire pareri alla pubblica amministrazione, fornire pareri sulle controversie professionali e sulla liquidazione degli onorari professionali, gestire, realizzare e controllare, cooperando con il Consiglio Nazionale Architetti PPC, la formazione continua degli iscritti.
L’Ordine è la forza di chi progetta qualità.

Gli iscritti

Gli iscritti all’Ordine sono coloro che hanno conseguito una laurea triennale/quinquennale presso una Facoltà di Architettura e hanno superato un esame di Stato ottenendo l’abilitazione all’esercizio della professione di Architetto, Pianificatore, Paesaggista, Conservatore, Architetto junior o Pianificatore junior.

Certificato di Qualità

È stato riconosciuto all’OAT anche per il 2015-2017 l’Attestato di Certificazione del Sistema di Qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2008.
Un attestato importante che segnala che l’OAT, primo fra gli Ordini degli Architetti italiani, dal 2006 è “in qualità”, cioè ha un sistema di gestione della qualità certificato e conforme alla normativa UNI EN ISO 9001:2008.
Il Sistema Qualità riguarda tutte le strutture (uffici, commissioni, Consiglio, consulenti e fornitori) e attesta la capacità dell’Ordine di gestire processi conformi, autocontrollati e realizzati in tempi certi, sia nell’organizzazione interna che nei servizi forniti agli iscritti.
Le procedure di qualità riguardano 16 diversi ambiti, 9 dei quali strettamente legati al funzionamento:

  • tenuta dell’Albo;
  • vidimazione delle parcelle professionali;
  • gestione degli elenchi speciali e delle nomine;
  • svolgimento dei compiti di vigilanza sul rispetto delle norme deontologiche;
  • rilascio di pareri su argomenti attinenti la professione, le incompatibilità e le competenze dei professionisti;
  • svolgimento dei lavori del Consiglio;
  • gestione del sistema informativo;
  • gestione della riscossione delle quote di iscrizione;
  • funzionamento del protocollo corrispondenza;
  • gestione del sistema della formazione.

Queste le azioni per la valutazione del raggiungimento degli obiettivi dell’Ordine:

  • attenzione alle esigenze e requisiti degli iscritti all’Ordine e dell’ambiente di riferimento (cittadini ed altri enti pubblici), valutandone costantemente il grado di soddisfazione;
  • l’assunzione di precise responsabilità da parte di tutti gli operatori;
  • la definizione delle procedure fondamentali per la conduzione delle attività svolte;
  • la definizione di metodologie per valutare i risultati raggiunti;
  • la comunicazione ed il coinvolgimento di tutti gli operatori.

La certificazione è una dimostrazione della costante attenzione dell’Ordine per il miglioramento delle prestazioni e del livello di soddisfazione delle attese degli architetti.

Ricerca un termine

oppure

Ricerca per argomento